Efficacia di 16 diversi metodi di controllo della progressione miopica

Lo scopo di questo articolo è di determinare l’efficacia di diversi interventi per rallentare la progressione della miopia nei bambini.

Metodi: Abbiamo cercato MEDLINE, EMBASE, Cochrane Central Register of Controlled Trials, World Health Organization International Clinical Trials Registry Platform e ClinicalTrials.gov dall’inizio ad agosto 2014.

Abbiamo selezionato studi randomizzati controllati (RCT) che coinvolgono interventi per controllare la progressione della miopia nei bambini con una durata del trattamento di almeno 1 anno per l’analisi.

Principali misure di esito: gli esiti primari erano la variazione media annua della rifrazione (diottrie/anno) e la variazione media annua della lunghezza assiale (millimetri/anno).

Risultati: sono stati identificati trenta RCT (che coinvolgono 5422 occhi). La meta-analisi di rete ha mostrato rispetto al placebo:

Atropina ad alte dosi (variazione della rifrazione: 0,68 [0,52-0,84]; variazione della lunghezza assiale: -0,21 [da -0,28 a -0,16]), Atropina a dose moderata (variazione della rifrazione: 0,53 [0,28-0,77]; variazione della lunghezza assiale: -0,21 [da -0,32 a -0,12]) e atropina a basso dosaggio (variazione della rifrazione: 0,53 [0,21-0,85]; variazione della lunghezza assiale: -0,15 [- da 0,25 a -0,05]) ha notevolmente rallentato la progressione della miopia. Pirenzepina (variazione della rifrazione: 0,29 [0,05-0,52]; variazione della lunghezza assiale: -0,09 [da -0,17 a -0,01]), ortocheratologia (variazione della lunghezza assiale: -0,15 [da -0,22 a -0,08]) e lenti a contatto con defocus periferico (variazione della lunghezza assiale: -0,11 [da -0,20 a -0,03]) ha mostrato effetti moderati. Lenti per occhiali progressive (variazione della rifrazione: 0,14 [0,02-0,26]; variazione della lunghezza assiale: -0,04 [da 0,09 a -0,01]) hanno mostrato lievi effetti.

Conclusioni: questa analisi di rete indica che una serie di interventi può ridurre significativamente la progressione della miopia rispetto alle lenti per occhiali monofocali o al placebo. In termini di rifrazione, l’atropina, la pirenzepina e le lenti progressive erano efficaci. In termini di lunghezza assiale, l’atropina, l’ortocheratologia, le lenti a contatto a defocus periferico, la pirenzepina e le lenti progressive erano efficaci. Gli interventi più efficaci sono stati farmacologici, cioè antagonisti muscarinici come l’atropina e la pirenzepina. Alcune lenti a contatto appositamente progettate, tra cui ortocheratologia e lenti a contatto modificanti la sfocatura periferica, hanno avuto effetti moderati, mentre lenti per occhiali appositamente progettate hanno mostrato un effetto minimo.

Fonte: Ophtalmology

Titolo: Efficacy Comparison of 16 Interventions for Myopia Control in Children: A Network Meta-analysis

Lascia un commento