Di cosa sono fatti gli anti-appannanti che tutti usano per i propri occhiali?

Dall’inizio della pandemia Covid-19 tutti siamo costretti a girare con la mascherina indosso ogni giorno. Per questo molti di noi utilizzano degli spray antifog o delle pezzuoline imbevute di antiappannante per evitare l’appannamento delle lenti dell’occhiale.

La domanda a cui vogliamo rispondere è: Ma di cosa sono fatti gli antiappannanti? Cosa sono? Come si costruisce un sistema antiappannante?

L’appannamento sulle superfici trasparenti costituisce una sfida importante in diverse applicazioni ottiche, come imballaggi in plastica, lenti, specchi e parabrezza.

Per ovviare a questo problema, abbiamo preparato e caratterizzato rivestimenti sottili resistenti all’appannamento su film plastici come il polietilene tereftalato (PET). I proteinoidi sono polimeri casuali biocompatibili composti da α-amminoacidi mediante polimerizzazione a gradini termici. I prepolimeri proteinoidi sono stati preparati aggiungendo doppi legami attivati ​​ai proteinoidi tramite la reazione di addizione di Michael. È stata preparata una serie di rivestimenti reticolati antiappannanti sottili spalmando su pellicole di PET con una bacchetta Mayer varie miscele di prepolimeri proteinoidi, diacrilato di polietilenglicole e un fotoiniziatore, seguito da polimerizzazione UV dei rivestimenti essiccati.

Le proprietà antifog dei rivestimenti sono state determinate dalle misurazioni di angolo di contatto, rugosità, opacità e lucentezza, nonché test di appannamento caldo/freddo, per esaminare le proprietà ottiche dei film in condizioni di formazione di appannamento . Le proprietà meccaniche come l’adesione, la robustezza e la resistenza all’abrasione dei rivestimenti antiappannanti sono state esaminate mediante prove di abrasione su nastro, graffio da coltello e carta vetrata. È stato chiarito l’effetto della composizione del rivestimento, della bagnabilità e della rugosità sulle proprietà antifog delle pellicole di PET rivestite. La formula è stata ottimizzata e il rivestimento sottile reticolato antifog indurito con UV corrispondente ha mostrato trasparenza con una buona adesione ed eccellenti prestazioni antifog durevoli.

Fonte: Pubmed

Lascia un commento