Come cambia l’A.V con astigmatismi non corretti?

Lo scopo di questo articolo, tradotto da ”Effect of axis orientation on visual performance in astigmatic eyes” è quello di
determinare l’effetto dell’orientamento dell’asse sulle prestazioni visive in occhi astigmatici.

Dopo che la refrazione cicloplegica è stato inserito un astigmatismo secondo regola (WTR), contro regola (ATR) e obliquo (OBL) rispettivamente di  1,0 diottrie (D), 2,0 D e 3,0 D in ciascun soggetto analizzato.

Sono state valutate l’acuità visiva a distanza e le prestazioni di lettura con l’introduzione dell’ astigmatismo non corretto imposto dalle lenti di prova. Le prestazioni di lettura sono state determinate dall’acuità di lettura e dalla velocità massima di lettura utilizzando la versione giapponese dei grafici dell’acuità del test di lettura.

 Risultati: L’acuità visiva a distanza e le prestazioni di lettura nei 38 volontari sono diminuite significativamente con l’aumento dell’astigmatismo (P <.001, analisi della varianza). L’acuità visiva a distanza, l’acuità di lettura e la velocità massima di lettura con astigmatismo non corretto erano significativamente influenzate dall’orientamento dell’asse a ciascuna diottria dell’astigmatismo (P <.05, 1.0 D e 2.0 D; P <.001, 3.0 D). Tutti i parametri hanno mostrato valori significativamente migliori negli occhi con astigmatismo WTR o ATR rispetto agli occhi con astigmatismo OBL a ciascuna diottria (P <.05); non ci sono state differenze significative tra occhi con astigmatismo WTR e occhi con astigmatismo ATR.

Conclusioni: gli occhi con astigmatismo OBL avevano prestazioni visive significativamente inferiori rispetto agli occhi con astigmatismo WTR o ATR. Potrebbe essere necessario correggere l’astigmatismo preesistente per ottenere risultati visivi eccellenti, specialmente negli occhi con astigmatismo OBL.

(J Cataract Refract Surg 2012)

Lascia un commento