Adattamento alla forìa in funzione dell’età

Esiste una scarsità di ricerche per indagare se il normale processo di invecchiamento influenza la capacità di adattare la disparità, la vergenza e la foria. I movimenti oculari e la foria dissociata sono stati registrati da 49 soggetti sani (età 20-70 anni) utilizzando un sistema di monitoraggio del movimento oculare obiettivo. Le risposte di vergenza di quattro gradi sono state modificate utilizzando un protocollo a doppia fase. Le dinamiche di vergenza sono state quantificate tramite la velocità di picco. L’esperimento di adattamento della foria ha misurato l’entità (variazione netta del livello di foria) e la velocità (grandezza divisa per la costante di tempo) dell’adattamento della foria durante 5 min di fissazione sostenuta su un bersaglio binoculare (40 cm / 8,44 ° dalla linea mediana). L’entità dell’adattamento della foria è diminuita in funzione dell’età (r = -0,33; p = 0,04). La capacità di adattare la velocità di picco della vergenza e la velocità di adattamento della foria non ha mostrato alcuna influenza significativa correlata all’età (p> 0,05). I dati suggeriscono che la capacità di modificare il sistema di vergenza della disparità e il tasso di adattamento della foria non dipendono dall’età; considerando che l’entità dell’adattamento della foria diminuisce come parte del normale processo di invecchiamento degli adulti. Questi risultati hanno implicazioni cliniche e scientifiche di base perché si dovrebbe considerare l’età quando si valutano i cambiamenti nell’entità dell’adattamento della foria che possono essere anormali in quelli con disfunzioni oculomotorie.

Fonte: Pubmed

Lascia un commento